Accedi con il tuo account Facebook:
Sito Associazione Studenti Bicocca Aperitivo Appunti grauiti
Autore: Oggetto: laurea in lingue straniere

Newbie
*


1 messaggi
Registrato: 05/2009

profilo

  postato il 29/05/2009 alle 11.03
ciao a tutti!
che cosa si puó fare con una laurea in lingue straniere?? che tipo di lavori?
offline
segnala

Member
***


614 messaggi
Registrato: 08/2008

profilo

  postato il 29/05/2009 alle 12.00
Anche io voglio imparare il jappo

 

____________________
A façade is what we all possess, but on the inside it stays a mess
offline
segnala

Posting Freak
*****


2.38 messaggi per giorno
Registrato: 09/2005

profilo

  postato il 29/05/2009 alle 12.57
Originariamente inviato da Piccolina1919
ciao a tutti!
che cosa si puó fare con una laurea in lingue straniere?? che tipo di lavori?


insegnare, credo.

interprete non lo so, un mio amico era indeciso tra interpretariato e qualcosa tipo lingue straniere/linguistica (tutt'ora non so cosa abbia fatto di preciso, so che ha fatto greco moderno con una tesi sul congiuntivo e ora vuol studiarsi sempre greco e lingue balcaniche...), e interpretariato appunto era apposito per fare l'interprete, non so se puoi farlo con la semplice laurea in lingue.

 

____________________
All'ombra dell'ultimo sole
s'era assopito un pescatore
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso
offline
segnala

Posting Freak
*****


1.98 messaggi per giorno
Registrato: 09/2007

profilo

  postato il 29/05/2009 alle 18.39
Certamente una laurea in lingue straniere ti apre molte strade, ma ciò che è importante capire è che la laurea in sé non basta, che comunque (purtroppo) le conoscenze linguistiche non migliereranno (a meno che non sia una lingua che cominci a studiare da 0) frequentando i corsi bensì andando all'estero per un periodo.

Comunque se non ti interessa la strada dell'insegnamento, ti consiglio Mediazione Linguistica o corsi similari (a mio parere i corsi di Forlì sono i migliori).

 

____________________
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre.
offline
segnala

Posting Freak
*****


1.98 messaggi per giorno
Registrato: 09/2007

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 10.20
Una volta scelto di studiare cinese, ricordo di aver scartato il corso di Venezia perchè troppo legato alla letteraura. Però so che hanno attivato Mediazione Linguistica (che all'inizio si chiamava Traduzione e Interpretariato) a Treviso (sede staccata di Venezia).
E' vero comunque che, se intendi scegliere una lingua orientale, la strada è davvero in salita: ricordo pomeriggi e sere a riempire pagine e pagine di caratteri che dopo non molto dimenticavo (avrei un sacco da dire, ma finirei per entrare troppo nel personale, al limite ci sono gli mp).
Per l'insegnamento ricevuto, Venezia e Napoli rimangono le migliori nel campo delle lingue orientali.
Sinceramente, un po' per le aspettative avute in partenza e un po' perchè è realmente così, non è che Mediazione sia 'sto granchè.
C'è tanta confusione dovuta all'appartenenza dei professori a facoltà diverse (è un corso di laurea dell'interfacoltà di Lettere e Scienze Politiche) che con difficoltà riescono a mettersi d'accordo; spesso gli esami di Lingua toccano argomenti di Linguistica fatti, rifatti e strafatti, mentre i corsi di Cultura sono fenomenali, per non parlare di quelli di Traduzione Specialistica (che, ahimè, sono solo due).
Da quest'anno alcune lingue sono state tolte (vedi quelle scandinave, la portoghese) e so che è stato attivato il nuovo ordinamento,quindi probabilmente le cose migliorate.
Dopo la triennale, alcune compagne di corso si sono iscritte a Relazione internazionali con la speranza di trovare poi lavoro nelle istituzioni politiche estere. Altre sono andate all'estero per mettere in pratica le proprie conoscenze linguistiche. Altre ancora hanno scelto di lavorare un po' rendersi conto di come è veramente il lavoro (uno dei tanti fattibili in questo campo) per decidere poi come agire. Questi sono solo alcuni dei percorsi possibili, ovviamente dipende tutto dalla tua meta finale!
Insomma, cerca di vedere Mediazione o Lingue come punto di partenza da cui si diramano svariati percorsi.

Buona fortuna


Ps: se non sbaglio, qualcosa attinente alle lingue in Bicocca c'è.

 

____________________
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre.
modificato da ReginaFalangy il 30/05/2009 alle 10.23
offline
segnala

Posting Freak
*****


1.98 messaggi per giorno
Registrato: 09/2007

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 10.36
Originariamente inviato da ilpirata
a questo punto mi pare di capire, da quanto mi dici, che mi sarebbe troppo difficile imparare il jappo, umm allora aggiungo un altro criterio di scelta gonnelle

* bionda
* caviglia fina
* da spiaggia
* che sappia lingue orientali, in particolare il jappo
* segretaria ?

segretaria: eventuali candidature saranno prese in considerazione previo invio di CV
( )


Sì, è difficile, ma non per questo impossibile, dipende anche da quanto sei motivato, dal tempo che dedichi allo studio, etc etc...

 

____________________
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre.
offline
segnala

Posting Freak
*****


2.38 messaggi per giorno
Registrato: 09/2005

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 10.40
cinese e russo ci sono anche a mediazione linguistica all'insubria, li studiano una mia amica (russo e tedesco) e il suo ragazzo (cinese e russo).

non so quanto bene siano fatti, ma loro sono stati diverse volte per diversi mesi in russia e lui anche in cina.

un altro mio amico ha fatto greco (ma in un cdl tipo linguistica, glottologia, salcazzo) a ca' foscari e si è trovato bene, e ora vuol fare lingue balcaniche.

 

____________________
All'ombra dell'ultimo sole
s'era assopito un pescatore
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso
offline
segnala

Senior Member
****


0.59 messaggi per giorno
Registrato: 04/2008

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 10.51
Cinese, giapponese e arabo li puoi studiare anche ad antropologia in Bicocca, chiaramente l'impostazione più di stampo antropologico rispetto a quella di lingue (in cui ti si indirizza di più alla traduzione e alla letteratura) e a quella di Mediazione (che dà più risalto alla cultura).

 

____________________
"Il giornalismo musicale è fatto di persone che non sanno scrivere, che intervistano persone che non sanno parlare, per persone che non sanno leggere" - Frank Zappa
offline
segnala

Posting Freak
*****


1.98 messaggi per giorno
Registrato: 09/2007

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 10.57
Originariamente inviato da On_A_Friday
Cinese, giapponese e arabo li puoi studiare anche ad antropologia in Bicocca, chiaramente l'impostazione più di stampo antropologico rispetto a quella di lingue (in cui ti si indirizza di più alla traduzione e alla letteratura) e a quella di Mediazione (che dà più risalto alla cultura).


Intendi tradizione e non traduzione, vero?

 

____________________
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre.
offline
segnala

Posting Freak
*****


1.98 messaggi per giorno
Registrato: 09/2007

profilo

  postato il 30/05/2009 alle 12.31
Originariamente inviato da ilpirata
Originariamente inviato da ReginaFalangy

Sì, è difficile, ma non per questo impossibile, dipende anche da quanto sei motivato, dal tempo che dedichi allo studio, etc etc...



immagina un contesto lavorativo, immagina un ritaglio di tempo di 2 ore al giorno, moooolto serali, tutti i giorni e immagina che io, al momento non sappia nemmeno "dove" andare ad imparare il giapponese

ritieni che sia fattibile a livelli sufficienti x comprendere quella parte di documentazione che sti biscari si rifiutano di scrivere in inglese, quindi difficile che mi mettero' mai a guardare film in giapponese, o ancora peggio cercare di capire a quali filoni letterari si rifacciano tutti gli spunti di Kill Bill v1&2, cmq in questi termini ritieni che sia fattibile ?


Se tu realmente studiassi 2 ore ogni sera potrebbe essere fattibile.
Ovviamente prima di arrivare a capire quei documenti ci vorrà un bel po', ma almeno sarai in grado di capire come e cosa cercare sul dizionario (non sono ironica).

 

____________________
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre.
offline
segnala